2009-04-28 13:39
ROMA - L'Organizzazione mondiale della sanita' (Oms) ha alzato il livello di allerta per l'influenza da suini dalla fase tre alla fase quattro. In Messico, dove il focolaio si e' manifestato, il numero dei morti e' salito a 152 mentre il virus arriva anche nella Ue. Negli Usa siamo a oltre 40 casi.

SECONDO CASO ACCERTATO IN SPAGNA - Un secondo caso accertato di influenza da suini è stato registrato in Spagna: lo riferisce la stampa spagnola citando dichiarazioni del ministro della Sanità Trinidad Jimenez. Il nuovo caso è stato registrato a Valencia. Secondo il ministro tuttavia, "data la evoluzione del suo stato, il paziente sarà dimesso nelle prossime ore". Il ministro ha inoltre indicato che anche il giovane di cui è stato accertato il contagio ieri presenta una evoluzione positiva e potrebbe a sua volta essere dimesso "nelle prossime ore".

ISRAELE, CONFERMATO PRIMO CASO CONTAGIO - E' effettivamente contagiato il giovane israeliano rientrato la settimana scorsa dal Messico e poi ricoverato nell'ospedale Laniado di Natanya (a nord di Tel Aviv). Le condizioni del malato, Tomer Wajim, sono buone ma resta ancora in isolamento, ha aggiunto il ministero.

NUOVA ZELANDA, CONFERMATI PRIMI TRE CASI - Il governo neozelandese ha reso noto che sono diagnosticati i primi tre casi di influenza da suini tra gli oltre 50 pazienti ricoverati nel paese. Lo ha detto il ministro della Sanità, Tony Ryall.

MESSICO, BILANCIO MORTI SALE A 152
Il bilancio ''probabile'' e provvisorio dell'epidemia di influenza da suini in Messico sale a 152 morti. Lo ha annunciato il ministro della Sanita' messicano, Jose' Angel Cordova. Cordova, in una dichiarazione precedente, aveva evocato un possibile rallentamento nel ritmo dei decessi a causa dell'influenza dei suini.

FARNESINA SCONSIGLIA VIAGGI IN TUTTO MESSICO - La Farnesina sconsiglia, fino a nuovo avviso, viaggi in tutto il territorio della Repubblica Messicana che non siano strettamente necessari. E' quanto è scritto nell'annuncio pubblicato oggi nella sezione Avvisi particolari del sito della Farnesina 'Viaggiare sicuri'. "Nelle ultime settimane - recita l'avviso - si è registrato in Messico un aumento di casi di influenza acuta, identificata come 'influenza suina'. Alla luce dei nuovi focolai che hanno interessato anche quegli Stati del Messico che fino al 27 aprile risultavano apparentemente immuni dal fenomeno ed anche dal livello di allerta dell'Oms, si sconsigliano, fino a nuovo avviso, viaggi in tutto il territorio della Repubblica Messicana che non siano strettamente necessari". La Farnesina informa poi che "per evitare il contagio è stato raccomandato alla popolazione di evitare la frequentazione di luoghi pubblici, di avere particolare attenzione nella cura dell'igiene personale e di rivolgersi alle strutture sanitarie locali in presenza di sintomi influenzali". Quindi, raccomanda a coloro che intendano recarsi nel Paese di "attenersi alle indicazioni diffuse dalle Autorità locali".

CINA: OMS, DIVERSI CASI SOSPETTI - Diverse persone sospettate di essere portatrici del virus dell'influenza da suini sono in osservazione in Cina. Lo ha reso noto Hans Troedsson, rappresentante dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel Paese.

PER OMS NESSUN PAESE IMMUNE DA RISCHIO - Nella sua conferenza stampa, il numero due dell'Oms ha detto che ''nessun paese e' immune da rischio'' e che chiudere le frontiere nella speranza di arginare il virus non servirebbe a niente. Fukuda ha spiegato anche che la fase quattro indica ''un significativo aumento'' del livello d'allerta, ma che non significa che una pandemia e' ormai inevitabile. L'Oms a considera prudente per le persone malate di rinviare viaggi all'estero. Per mettere a punto un vaccino, ha poi aggiunto, ci vorranno sei mesi e per produrne in grossi quantitativi occorrera' molto piu' tempo.

0 commenti

Articoli
Commenti
Si è verificato un errore nel gadget

Cerca nel blog

Si è verificato un errore nel gadget
di davide d'imporzano  Create Your Own

Se questo blog è di tuo gradimento copia il codice HTML qui sopra e diffondi il banner
Questo blog non rappresenta in nessun modo una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato a intervalli regolari e non ha scadenze periodiche. Di conseguenza non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 07.03.2001. Parte delle immagini, contributi audio o video e testi usati in questo blog provengono dalla Rete e i diritti d'autore appartengono ai rispettivi proprietari. Qualora l'uso di testi e/o immagini violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà immediatamente alla loro rimozione.
Creative Commons License
"La Goccia" di Davide D'Imporzano by Davide D'Imporzano is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 2.5 Italia License.